CHI SI RIVOLGE

OSPITANTI:
Anziani, famiglie o singoli:
• proprietari o affittuari di un appartamento troppo grande per le proprie esigenze di vita e dotato di almeno una camera da letto inutilizzata,
• che hanno la necessità di un sostegno per risolvere semplici problemi di ogni giorno,
• che desiderano condividere con qualcuno non solo gli spazi fisici della propria abitazione, ma anche le emozioni e i sentimenti, e vivere meglio la quotidianità,
• che vogliono contribuire alla crescita di una comunità più solidale, fondata sul reciproco sostegno

OSPITATI:
Famiglie, donne ed uomini:
• che attraversano un periodo di momentanea difficoltà economica,
• che hanno bisogno di aiuto per ricostruire il proprio progetto di vita,
• che siano disponibili a offrire un aiuto e un sostegno all’ospitante in cambio della gratuità dell’ alloggio

CONDIZIONI D’INGRESSO:

Per accedere al servizio bisogna rispondere ad alcune caratteristiche e condizioni base.
Abitare Solidale:
Non fornisce badanti o colf: chi offre ospitalità deve essere quindi autosufficiente e comunque non deve cercare donne o uomini di servizio “a gratis”;
Non prevede forme di affitto camuffate, ma solo una eventuale compartecipazione alle spese per le utenze (mai superiore al 50% delle stesse);
Accetta solo opportunità alloggiative dignitose. Offerte di divani letto o similari, in assenza di uno spazio idoneo a garantire la privacy dell’ospite, non verranno prese in considerazione;
Si rivolge a soggetti e casi post-­emergenza e non problematici (dipendenze, patologie psichiatriche ecc.), capaci di costruire un rapporto di reciproca solidarietà e mutuo aiuto.

Ogni inserimento nel progetto verrà valutato e monitorato da un’equipe multidisciplinare specializzata.

COME PARTECIPARE

Se sei interessato a partecipare puoi compilare direttamente la scheda identikit e
inviarcela all’indirizzo di posta elettronica abitaresolidale.auserpv@gmail.com

Per maggiori informazioni e contattarci telefonicamente clicca qui

 

Il volantino del progetto.